16° Summit dell’ALBA-TCP: verso un ordine internazionale democratico (+FOTO e VIDEO)

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha esortato i membri dell’alleanza a rafforzare la piattaforma sulla base di cooperazione, unità e solidarietà.

teleSUR

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)

15/12/2018

Gli Stati membri dell’Alleanza Bolivariana dei Popoli della Nuestra America – Trattato del Commercio dei Popoli (ALBA-TCP) si sono riuniti a Cuba per celebrare 14 anni di lavoro per difendere la pace regionale e consolidare l’integrazione latinoamericana e caraibica.”Ribadiamo la nostra volontà di continuare a promuovere la costruzione di un nuovo ordine internazionale democratico, equo ed inclusivo in cui l’eguaglianza sovrana tra gli Stati e il rispetto della libera autodeterminazione dei popoli sia effettiva”, si legge nella dichiarazione finale del summit.

iaffermiamo la necessità di rafforzare la comunità degli Stati dell’America Latina e dei Caraibi (CELAC) come meccanismo di concentrazione politica regionale basata sul rispetto della sovranità, l’integrità territoriale e il non intervento negli affari interni di ciascun paese”.

Il presidente cubano Miguel Diaz-Canel ha dichiarato che l’integrazione è l’unico modo per affrontare le minacce dei paesi interventisti. Ha inoltre difeso il Nicaragua e il Venezuela, affermando che il costante sovvertimento politico, l’aggressione economica e le minacce dell’uso della forza mettono in pericolo la pace e la sicurezza della regione.

“Insistiamo sul fatto che le misure coercitive unilaterali sono contrarie alla Carta delle Nazioni Unite e al diritto internazionale, violano le regole del commercio internazionale, minacciano la pace e la sicurezza internazionali e limitano il godimento dei diritti umani”, viene ribadito nella dichiarazione finale in rimprovero contro il blocco degli Stati Uniti verso Cuba, la legge NICA recentemente approvata contro il Nicaragua e le sanzioni economiche e finanziarie contro il Venezuela.

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha affermato che il miglior tributo ai leader rivoluzionari e ai principali promotori dell’ALBA, Fidel Castro e Hugo Chavez, sarebbe quello di impegnarsi nelle lotte per la liberazione della regione e raggiungere la giustizia e la pace sociale.

“Abbiamo partecipato al XVI Vertice ALBA-TCP all’Avana, a Cuba, per commemorare il 14° anniversario della sua fondazione da parte dei comandanti Fidel Castro e Hugo Chavez e abbiamo ribadito la nostra volontà di lavorare insieme per rafforzare la fratellanza e l’integrazione dell’America Latina e dei Caraibi “, ha scritto il leader boliviano su Twitter.

Gli Stati membri hanno anche solidarietà solidarietà all’ex presidente brasiliano Lula Da Silva che è stato condannato a 12 anni e un mese di prigione con l’accusa di corruzione passiva e riciclaggio di denaro sporco. Lula nega il suo coinvolgimento in nessuno dei casi e afferma di essere bersaglio della persecuzione politica, insieme alla Presidente Dilma Rousseff e al loro Partito dei Lavoratori (PT).

“Ribadiamo la nostra solidarietà al compagno Lula Da Silva, leader emblematico della Nuestra America, prigioniero politico in Brasile”, afferma la dichiarazione finale dell’ALBA.

Il primo ministro di Saint Vincent e Grenadine, Ralph Gonsalves, ha affermato che un intervento militare contro il Venezuela avrebbe successo se l’ALBA non esistesse.

“Il Venezuela non è una minaccia per nessuno, non disturba la pace mondiale, non è nel mezzo di una guerra civile, non c’è condizione del diritto internazionale che permetta (agli Stati Uniti) di intervenire in Venezuela”, ha detto il leader caraibico.

Secondo lui, queste minacce degli Stati Uniti dovrebbero essere prese sul serio perché provengono dalla più grande potenza militare del mondo. Quindi, l’ALBA-TCP deve rispondere con maggiore unità, ha detto.

Il Primo Ministro del Commonwealth della Dominica, Roosevelt Skerrit, ha ratificato la difesa della sovranità popolare e la validità dell’ALBA-TCP, specialmente per i più vulnerabili ed emarginati.

“Siamo interessati a risolvere i problemi delle persone… è quello che sarà sempre fatto”, ha detto Skerrit.

Il segretario generale dell’ALBA-TCP, David Choquehuanca, ha chiesto l’unità e l’integrazione delle popolazioni latinoamericane nel quadro della fraternità e della difesa della sovranità, al fine di rafforzare lo sviluppo multilaterale.

Nicolas Maduro ha scritto su Twitter, “Abbiamo proposto al XVI Summit di ALBA-TCP, di promuovere fortemente la costruzione di un modello di sviluppo integrativo, capace di generare ricchezza che ci consenta di raggiungere la liberazione economica, di avanzare verso un livello più alto di sviluppo condiviso. #AlbaIstheFuture”.

Choquehuanca ha sottolineato l’importanza di consolidare i sistemi monetari sviluppati nella regione, riferendosi alla criptovaluta venezuelana Petro e al Sucre, come basi per un nuovo modello economico.

“Dobbiamo essere attivi nello scenario multilaterale, nei meccanismi delle alleanze, nel movimento sociale ed economico, nei consigli dei nostri popoli, che vogliono integrarsi, che vogliono lavorare per la loro terra (…) Dobbiamo anche adattarci e costruire quel nuovo pensiero economico con Sucre e Petro, una nuova architettura finanziaria che ora è realtà”, ha affermato il segretario.

Si è anche concentrato sul lavoro con la Russia, la Cina, l’Iran e la Turchia perché sono interessati a lavorare con i governi degli Stati membri dell’ALBA. Il segretario ha aggiunto che devono collaborare con i movimenti sociali.

“Dobbiamo diventare lo spirito di integrazione dei popoli del mondo, per risvegliare quel sentimento di fratellanza”, ha concluso.

VIDEO

ALBA: Latin America's Response to U.S. Free Trade

Started by Venezuela's Hugo Chavez and Cuba's Fidel Castro, this is Latin America's response to U.S. free trade and intervention in the region.

Gepostet von teleSUR English am Montag, 5. März 2018

Pubblicato in Attualità, Cuba, Internazionale

IL GENOCIDIO PIÙ LUNGO DELLA STORIA

Fidel Castro: Cos'è Rivoluzione

Santiago Alvarez - Solidaridad Cuba Vietnam (1965)

Eventi

2019. CONGRESOS Y EVENTOS EN CUBA

01.01.2019 - 31.12.2019
in República de Cuba, Cuba

Cada 17 del mes - jeden 17. des Monats

17.04.2019 - 17.12.2019

Akt der internationalen Solidarität

05.07.2019
in Weltpostverein, BERN

"Fiesta 26 de Julio" en Berna

20.07.2019

Fiesta de Solidaridad con CUBA

27.07.2019
in Stadtpark Lichtenberg (Parkaue), Berlin

Fotoausstellung zu Kuba

22.10.2019 - 15.11.2019
in Restaurant Hirscheneck, Basel

Sfilata 1° Maggio 2016. La Habana

Archivi

Fidel Castro: Cosa sono gli Stati Uniti (video)