Al centro della scena globale: il discorso di Xi Jinping all’apertura dell’Assemblea mondiale della sanità

In un momento in cui da molte parti si levano voci contro la Cina riteniamo importante riportare il discorso del Presidente Xi Jinping, tenuto in apertura dell’Assemblea mondiale della sanità. Parole che spazzano via le tante ipocrisie dell’Occidente

da https://www.globaltimes.cn
traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it
xi jinping bandierapcc

Dichiarazione di S.E. Xi Jinping Presidente della Repubblica popolare cinese all’evento virtuale di apertura della 73a Assemblea mondiale della sanità


19 maggio 2020

Presidente dell’Assemblea Mondiale della Sanità,

Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità,

Cari Delegati,

Per cominciare, vorrei dire che è di grande importanza che questa Assemblea Mondiale della Sanità si svolga in un momento così critico come quello in cui la’umanità combatte questo nuovo coronavirus.

Quella che stiamo affrontando è la più grave emergenza sanitaria pubblica globale dalla fine della seconda guerra mondiale. Cogliendo il mondo di sorpresa il COVID-19 ha colpito oltre 210 paesi e regioni, ha colpito più di sette miliardi di persone in tutto il mondo e ha causato la morte di più di 300.000 vite preziose. Piango per ogni vita persa ed esprimo il mio cordoglio alle famiglie in lutto.

La storia della civiltà umana è una storia di lotta contro le malattie e di gestione delle catasfrofi. Il virus non rispetta i confini. E neanche la razza o la nazionalità è rilevante di fronte alla malattia. Di fronte alle devastazioni del COVID-19 la comunità internazionale non ha ceduto. Le persone di tutti i paesi hanno affrontato il virus a testa alta. In tutto il mondo, le persone si sono guardate le spalle l’un con l’altra e si sono unite come una sola persona. Con amore e compassione, abbiamo creato una straordinaria sinergia nella lotta contro il COVID-19.

In Cina dopo aver fatto sforzi scrupolosi e sacrifici enormi, abbiamo invertito la marea del virus e protetto la vita e la salute del nostro popolo. Per tutto questo tempo abbiamo agito in modo aperto, con trasparenza e responsabilità. Abbiamo fornito informazioni all’OMS e ai Paesi interessati in modo tempestivo. Abbiamo rilasciato la sequenza del genoma il più presto possibile. Abbiamo condiviso con tutto il mondo il controllo e l’esperienza per il trattamento, senza riserve. Abbiamo fatto tutto ciò che era in nostro potere per sostenere e assistere i paesi in difficoltà.

Signor Presidente,

anche mentre ci incontriamo, il virus continua a imperversare e bisogna fare di più per tenerlo sotto controllo. A tal fine, voglio fare le seguenti proposte:

In primo luogo, dobbiamo fare tutto il possibile per il controllo e il trattamento del COVID-19. Questo è un compito urgente. Dobbiamo sempre mettere le persone al primo posto, perché niente al mondo è più prezioso della vita delle persone. Dobbiamo dispiegare competenze e mediche e forniture nei luoghi in cui sono più necessarie. Dobbiamo fare passi forti in settori chiave come la prevenzione, la quarantena, l’individuazione, il trattamento e la rintracciabilità. Dobbiamo muoverci il più velocemente possibile per frenare la diffusione globale del virus e fare del nostro meglio per arginare la trasmissione transfrontaliera. Dobbiamo intensificare la condivisione delle informazioni, scambiare esperienze e buone pratiche e perseguire la cooperazione internazionale sui metodi di sperimentazione, sul trattamento clinico e sulla ricerca e sviluppo di vaccini e medicine. Dobbiamo anche continuare a sostenere la ricerca globale degli scienziati sulla fonte e sulle vie di trasmissione del virus.

In secondo luogo, l’Organizzazione mondiale della sanità dovrebbe guidare la risposta globale. Sotto la guida del dottor Tedros, l’OMS ha dato un importante contributo nel guidare e far progredire la risposta globale al COVID-19. Il suo buon lavoro è stato apprezzato dalla comunità internazionale. In questo momento cruciale, sostenere l’OMS vuole dire sostenere la cooperazione internazionale e la battaglia per salvare vite umane. La Cina invita la comunità internazionale ad aumentare il sostegno politico e finanziario all’OMS in modo da mobilitare risorse in tutto il mondo per sconfiggere il virus.

In terzo luogo, dobbiamo fornire un maggiore sostegno all’Africa. I Paesi in via di sviluppo, in particolare quelli africani, hanno sistemi sanitari pubblici più deboli. Aiutarli a costruire capacità deve essere la nostra massima priorità nella risposta al COVID-19. Il mondo deve fornire maggiore sostegno materiale, tecnologico e di personale ai Paesi africani. La Cina ha inviato un’enorme quantità di forniture mediche ed assistenza a oltre 50 paesi africani e all’Unione Africana, anche cinque team di esperti medici cinesi sono stati inviati nel continente africano. In totale, negli ultimi sette decenni, oltre 200 milioni di persone in Africa hanno ricevuto cure e trattamenti da parte di team medici cinesi. Attualmente 46 équipe mediche cinesi sono residenti in Africa per aiutare gli sforzi del contenimento del COVID-19 a livello locale.

In quarto luogo, dobbiamo rafforzare la governance globale nel settore della salute pubblica. Noi esseri umani alla fine prevarremo sul coronavirus, ma questa potrebbe non essere l’ultima volta in cui una grave emergenza sanitaria bussa alla nostra porta. Alla luce delle debolezze e delle carenze esposte dal COVID-19, dobbiamo migliorare il sistema di governance per la sicurezza sanitaria pubblica. Dobbiamo rispondere più rapidamente alle emergenze sanitarie pubbliche e istituire centri di riserva globali e regionali di forniture antiepidemiche. La Cina sostiene l’idea di una revisione completa della risposta globale al COVID-19, dopo averlo messo sotto controllo, per riassumere l’esperienza e affrontare le carenze. Questo lavoro dovrebbe essere basato sulla scienza e sulla professionalità, guidato dall’OMS e condotto in modo obiettivo e imparziale.

Quinto, dobbiamo ripristinare lo sviluppo economico e sociale. Lavorando costantemente per contenere il virus i paesi, in cui le condizioni lo consentono, possono riaprire le aziende e le scuole in modo ordinato, nel rispetto delle raccomandazioni professionali dell’OMS. Nel frattempo, il coordinamento internazionale della politica macroeconomica dovrebbe essere intensificato e le catene industriali e di approvvigionamento globali dovrebbero essere mantenute stabili e non bloccate se vogliamo riportare la crescita nell’economia mondiale.

Sesto, dobbiamo rafforzare la cooperazione internazionale. L’umanità è una comunità con un futuro comune. La solidarietà e la cooperazione sono la nostra arma più potente per sconfiggere il virus. Questa è la lezione chiave che il mondo ha imparato dalla lotta contro l’HIV/AIDS, l’Ebola, l’influenza aviaria, l’influenza A (H1N1) e altre grandi epidemie. E la solidarietà e la cooperazione è un modo sicuro attraverso il quale noi, i popoli del mondo, possiamo sconfiggere questo nuovo coronavirus.

Signor Presidente,

La Cina supporta la visione della costruzione di una comunità con un futuro condiviso per l’umanità. La Cina si assume la responsabilità di garantire non solo la vita e la salute dei propri cittadini, ma anche la salute pubblica globale. Per dare impulso alla cooperazione internazionale contro il COVID-19, vorrei annunciare quanto segue:

– La Cina fornirà 2 miliardi di dollari in due anni per aiutare la risposta al COVID-19 e lo sviluppo economico e sociale nei Paesi colpiti, specialmente per i Paesi in via di sviluppo.

– La Cina collaborerà con le Nazioni Unite per creare in Cina un deposito, un hub per la risposta umanitaria globale, per garantire il funzionamento delle catene di approvvigionamento antiepidemiche e per promuovere “corridoi verdi” per il trasporto rapido e lo sdoganamento.

– La Cina istituirà un meccanismo di cooperazione per i suoi ospedali per allinearsi con 30 ospedali africani e accelerare la costruzione del quartier generale dell’Africa CDC per aiutare il continente a rafforzare la propria capacità di preparazione e controllo delle malattie.

– Lo sviluppo del vaccino contro il COVID-19 e il suo utilizzo in Cina, quando disponibile, sarà reso un bene pubblico globale. Questo sarà il contributo della Cina per garantire l’accessibilità e l’accessibilità economica del vaccino nei Paesi in via di sviluppo.

La Cina lavorerà con gli altri membri del G20 per implementare Debt Service Suspension Initiative* per i paesi più poveri. La Cina è anche pronta a lavorare con la comunità internazionale per rafforzare il sostegno ai Paesi più duramente colpiti dal problema del debito, in modo che possano superare le attuali difficoltà.

Per concludere, invito tutti noi a unirci e a lavorare come una sola persona. Concentriamo gli sforzi per proteggere la vita e la salute delle persone in tutti i Paesi. Lavoriamo insieme per salvaguardare il pianeta Terra, la nostra casa comune. Lavoriamo insieme per costruire una comunità globale di salute per tutti!

Vi ringrazio.

* Iniziativa di sospensione del debito

Pubblicato in Attualità, Internazionale

IL GENOCIDIO PIÙ LUNGO DELLA STORIA

Fidel Castro: Cos'è Rivoluzione

Santiago Alvarez - Solidaridad Cuba Vietnam (1965)

Cuba - Solidarietà, Salute, Internazionalismo

Archivi

Fidel Castro: Cosa sono gli Stati Uniti (video)