¡AQUÍ NO SE RINDE NADIE! (+VIDEO)

Nessuno si arrende qui, ha gridato Guantánamo

Di Dairon Martínez Tejeda
Fonte: PCC
Traduzione: GFJ
12 luglio 2021

Nessuno si arrende qui, ha gridato a gran voce il membro del Comitato Centrale del Partito Comunista di Cuba e suo Primo Segretario a Guantánamo, Rafael Pérez Fernández, davanti alle masse riunite in viale Carlos Manuel, nella capitale, come degna risposta ai tentativi di destabilizzazione che hanno avuto luogo questa domenica pomeriggio.

Dalla prima trincea antimperialista di Cuba, quadri del Partito, dell’Unione dei Giovani Comunisti, delle organizzazioni di massa e dei sindacati, in rappresentanza del popolo di Guantanamo hanno occupato diversi punti della città di Guaso per ratificare che, indiscutibilmente, le strade appartengono ai rivoluzionari.

In mezzo alla difficile situazione epidemiologica che sta vivendo la provincia, le masse e le autorità dell’Alto Oriente cubano hanno fatto prevalere la voce e la volontà di sconfiggere il nemico comune, ora il COVID-19, ma anche la decisione incrollabile di non permettere mai a nessuno di demeritare lo sforzo che il paese sta facendo per preservare le vite.

Dovevo esserci e c’ero, nessuno di questi controrivoluzionari può dirmi cosa fare, non hanno ottenuto quello che volevano, siamo ancora una trincea come tutta Cuba“, ha detto Niurka Garzón Cuevas, che insieme a una rappresentanza di lavoratori, militanti del PCC e della società civile ha condotto un atto di riaffermazione patriottica questo pomeriggio nel Parco José Martí di Guantánamo.

L’appello all’unità, il rifiuto del vandalismo e del blocco, così come il messaggio di speranza e di prendersi cura di noi stessi, hanno trasceso, sia nei punti in cui sono stati tentati raduni controrivoluzionari, sia dalle reti.

VIDEO

Pubblicato in Attualità, Cuba, Internazionale

ARCHIVI