Cuba è un esempio di imparzialità e di universalità nel suo approccio ai diritti umani

Il doppio standard, la politicizzazione e l’approccio selettivo ai diritti umani sono diventati una pratica a cui gli Stati Uniti e i loro alleati si sono abituati, cercando di nascondere le proprie trasgressioni.

di
Fonte: Granma
Traduzione e aggiunte: GFJ

In nome dei diritti umani, si giustificano azioni ostili contro Cuba, Nicaragua, Venezuela e altre nazioni che non si sottomettono ai dettami di Washington; si utilizzano illegittimamente organi e meccanismi per sanzionarli.

Cuba è stata vittima di una manipolazione in questo ambito. Nel caso dell’isola, l’approccio è sempre stato orientato verso gli interessi della Casa Bianca, con l’obiettivo di esercitare pressioni e giustificare una guerra economica che, di per sé, costituisce una flagrante violazione dei diritti che si pretende di difendere.

Una clausola di sospensione non è mai stata applicata contro il governo che blocca le Grandi Antille, causando povertà, dolore e privazioni al popolo cubano, un atto illegale che costituisce un vero e proprio genocidio contro un’intera nazione; tuttavia, questo provvedimento è stato utilizzato contro la Russia, privandola dei suoi diritti di membro del Consiglio dei diritti umani.

Né mai è stato emesso un rapporto di condanna contro gli Stati Uniti, come è stato fatto ingiustamente contro la Cina, nonostante le violazioni dei diritti commesse negli Stati Uniti contro le minoranze e gli emigranti, nonostante le invasioni militari e i crimini di guerra commessi dall’esercito americano in tanti luoghi.

Cuba ha sempre sottolineato il suo impegno per l’imparzialità e l’universalità del suo approccio ai diritti umani, la sua volontà di cooperare e dialogare sulla base del rispetto reciproco con tutte le nazioni e la sua critica all’uso manipolatorio della questione con evidenti obiettivi geopolitici.


Vedi anche su www.cuba-si.ch/it:

Rapporto sulle violazioni dei diritti umani in Medio Oriente denuncia la barbarie, la crudeltà e l’ipocrisia degli USA

Cuba e 70 paesi si oppongono all’ingerenza negli affari interni della Cina con il pretesto dei diritti umani

Rapporto annuale sui diritti umani nel mondo: gli Stati Uniti, ancora una volta, mentono spudoratamente su Cuba e tacciono sui loro soprusi

Díaz-Canel: l’esclusione della Russia dal Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite stabilisce un pericoloso precedente (+ Video)

Cuba allerta sui pericoli per l’umanità derivanti dalle manovre degli Stati Uniti all’ONU e vota NO al progetto di risoluzione che approva la sospensione dei diritti della Federazione Russa come membro del Consiglio dei Diritti Umani.

Ginevra, Cuba e 9 paesi criticano le conseguenze negative delle misure coercitive unilaterali sul rispetto dei diritti umani. Mentre Amnesty International tace

ONU. Cuba stravince, ma il blocco rimane. Contrari USA e Israele i maggiori violatori dei diritti umani

“Diritti umani”? Sapete perché Navalny è in carcere? E Assange?

Chi non rispetta i “Diritti umani”? Un minuto per il piccolo siriano Jad. Ucciso dalle criminali sanzioni USA-UE

Cina e Cuba esortano certi paesi a non usare più due pesi e due misure nelle questioni legate ai diritti umani

Pubblicato in Attualità, Blocco, Cuba, Internazionale

ARCHIVI


Warning: Undefined array key "sfsi_facebook_display" in /home/cubasich/www/nuevo/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsiocns_OnPosts.php on line 297

Warning: Undefined array key "sfsi_youtube_display" in /home/cubasich/www/nuevo/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsiocns_OnPosts.php on line 323

Warning: Undefined array key "sfsi_linkedin_display" in /home/cubasich/www/nuevo/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsiocns_OnPosts.php on line 346