Dopo cinque giorni di conteggio, Evo Morales viene rieletto presidente della Bolivia al primo turno (+ AUDIO)

La Paz, 23 ottobre, sostenitori di Evo Morales in piazza San Francisco © Afp

La leadership del Movimento al socialismo (MAS) raggiunge il 4 ° mandato con circa 642 mila voti in più rispetto a Carlos Mesa

 

Fonte: Risultati immagini per brasil de fato logo Brasil de Fato | São Paulo (SP)

Daniel Giovanaz
Traduzione dal portoghese e adattamento: Federico Jauch
24 ottobre 2019
Evo Morales é presidente da Bolívia desde 2006 - Créditos: Aizar Raldes/AFP

Evo Morales è presidente della Bolívia dal 2006 / Aizar Raldes/AFP

Risultati immagini per audioAscolta l’AUDIO (portoghese)

 

 

 

Il rappresentante del Movimento per il socialismo (MAS), Evo Morales è stato rieletto presidente dello stato plurinazionale della Bolivia nel primo turno, con il 47,04% dei voti. Il quarto mandato inizia in gennaio 2020 e termina in dicembre 2025.

Il conteggio manuale, iniziato domenica (20), giorno delle elezioni, è durato cinque giorni.  Carlos Mesa, della “Comunità Cittadina” (CC) si è classificato secondo. Per vincere le elezioni già al primo turno, Morales aveva bisogno di un vantaggio di 10 punti percentuali sul suo rivale.  Dopo il 99,9% dei voti scrutinati, la differenza su Mesa era di 10,5 punti percentuali, circa 642.000 voti .

Al terzo posto si è qualificato il pastore evangelico Chi Huyn Chung (Partito Democratico Cristiano), con l’8,8% dei voti.

Bolivia, un paese in crescita

Con 193 colpi di stato tra il 1825 e il 1982, la Bolivia ha conosciuto durante i 14 anni di MAS una stabilità politica ed economica senza precedenti. Il prodotto interno lordo (PIL) cresce di oltre il 4% all’anno e l’estrema povertà è scesa dal 38,2% al 15,2%. […]

Minacce dell’opposizione

Dall’inizio della campagna, l’ex presidente Mesa (2003-2005) ha espresso dubbi sulla credibilità della Corte Suprema Elettorale (TSE). Alla vigilia del voto già incitava alla “resistenza civile” in caso di sconfitta al primo turno, esortando la popolazione a non accettare l’esito delle urne. Domenica ha sottolineato la sua sfiducia nei confronti dell’organo elettorale e ha invitato l’Organizzazione degli Stati americani (OSA) e gli ambasciatori dei paesi dell’UE a mettere in discussione il calcolo ufficiale delle elezioni generali.

In Bolivia, ci sono due vie per la diffusione dei voti. Oltre al sistema di trasmissione dei risultati elettorali parziali (TREP), basato sul verbale proveniente dai collegi elettorali, viene eseguito un conteggio manuale dei voti di ciascun seggio elettorale. Questa seconda via che porta al risultato ufficiale è più accurata ma più lenta.

Il TREP è stato comunicato domenica sera, con l’84% delle urne scrutinate, e si è fermato poco dopo – secondo il TSE, per evitare confusione tra i due sondaggi paralleli. “Volevamo evitare confusione. Lo stesso ente non può rivelare due risultati diversi”, ha detto la presidente dell’organo María Eugenia Choque.

L’opposizione non accetta questa argomentazione e afferma che ci sono state frodi. Da domenica, gli elettori contrari alla rielezione di Evo hanno scatenato atti di vandalismo – dagli incendi nei tribunali regionali alle proteste fuori dall’hotel nel centro di La Paz, dove il TSE organizza le conferenze stampa.

In risposta, Morales ha decretato lo stato di emergenza mercoledì scorso (23) e ha invitato la popolazione boliviana a difendere la democrazia dai tentativi di colpo di stato di Mesa. Il giorno successivo, il capo dello stato ha definito l’avversario “codardo” e “delinquente” per aver incitato alla violenza in Bolivia, dichiarando che tutti i verbali erano disponibili per gli audit e ha chiesto una mobilitazione permanente per garantire che i risultati dei sondaggi fossero rispettati.

 

Leggi anche:

Bolivia. Gli Stati Uniti fomentano disordini per vanificare la vittoria di Evo Morales

 

Díaz-Canel ha felicitato Evo Morales per il suo trionfo elettorale

 

Pubblicato in Attualità

IL GENOCIDIO PIÙ LUNGO DELLA STORIA

Fidel Castro: Cos'è Rivoluzione

Santiago Alvarez - Solidaridad Cuba Vietnam (1965)

Eventi

2019. CONGRESOS Y EVENTOS EN CUBA

01.01.2019 - 31.12.2019
in República de Cuba, Cuba

PETITION UNBLOCK CUBA!

16.10.2019 - 30.11.2019

Cada 17 del mes - jeden 17. des Monats - chaque 17 du mois

17.11.2019 - 17.12.2019

Sfilata 1° Maggio 2016. La Habana

Archivi

Fidel Castro: Cosa sono gli Stati Uniti (video)