L’industria dell’aiuto umanitario: corruzione, neoliberismo e truffa

L’80% dei fondi delle ONG proviene dai governi. I tre maggiori donatori del pianeta sono gli Stati Uniti, l’Unione Europea e la Gran Bretagna. Ciò consente loro di decidere come e dove investire, di conseguenza, non scelgono i paesi più poveri ma hanno un’agenda politica

Traduzione dallo spagnolo de l’AntiDiplomatico

4 settembre 2018

L'industria dell'aiuto umanitario: corruzione, neoliberismo e truffa

Mision Verdad

Leggi tutto l’articolo  (cliccare)

L’industria umanitaria fa circolare 150 miliardi di dollari all’anno, il suo principale motore è la povertà e le sue macchine principali sono le organizzazioni non governative (ONG). Queste possono essere paragonate alle grandi aziende: devono battere la concorrenza assicurandosi la maggior quantità di donazioni possibili per togliere mercato alle altre organizzazioni.

L’80% dei fondi delle ONG proviene dai governi. I tre maggiori donatori del pianeta sono gli Stati Uniti, l’Unione Europea e la Gran Bretagna. Ciò consente loro di decidere come e dove investire, di conseguenza, non scelgono i paesi più poveri ma hanno un’agenda politica.

Questi fondi pubblici trasferiti ai settori privati ??non solo servono all’industrializzazione della corruzione neoliberalista, ma anche a rafforzare i meccanismi di intervento internazionale che sfuggono agli Stati nazionali a favore dei giochi di potere sviluppati dai settori economici transnazionali.

Su questo, di seguito tre casi emblematici. […]


vedi anche:

La MACRO-ESTAFA de las ONG´s FINANCIADAS por las propias ÉLITES

1922318_467741036688750_1140387137_n

Pubblicato in Attualità, Internazionale

IL GENOCIDIO PIÙ LUNGO DELLA STORIA

Fidel Castro: Cos'è Rivoluzione

Santiago Alvarez - Solidaridad Cuba Vietnam (1965)

Sfilata 1° Maggio 2016. La Habana

Archivi

Fidel Castro: Cosa sono gli Stati Uniti (video)