In Nicaragua l’imperialismo sta preparando un golpe per rovesciare il governo sandinista

E’ appena fallito il tentativo di golpe in Bielorussia e già l’imperialismo sposta i suoi artigli su altri paesi che non intendono soggiacere ai suoi diktat.

di Mauro Gemma per Marx21.it
Fonte: Avante!, settimanale del Partito Comunista Portoghese

nicaragua sandinisti

Ora è venuto il momento del Nicaragua in vista delle elezioni generali del prossimo anno (novembre 2021). La destabilizzazione del paese attraverso azioni sovversive è l’obiettivo comune degli Stati Uniti e dei settori più aggressivi dell’opposizione locale. Lo afferma William Grigsby, direttore e commentatore politico di una radio a Managua.

Grigsby ritiene che il processo di ingerenza imperialista e di cospirazione eversiva dell’opposizione filo-statunitense sia in fase di accelerazione: la sua emittente, Radio La Primerísima, ha rivelato all’inizio di agosto l’esistenza di documenti che confermano un piano predisposto dall’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID) che si propone di scongiurare la prevista sconfitta elettorale dell’opposizione alle urne e di preparare uno scenario simile a quello messo in atto, anche in questi giorni, in diversi paesi, come la Bielorussia e il Venezuela, che resistono alle pressioni dell’imperialismo.

In questo contesto, a metà del mese di agosto si è tenuto un incontro, convocato con urgenza, tra un alto funzionario statunitense, il sottosegretario di Stato ad interim per gli affari dell’emisfero occidentale, Michael Kozak, e rappresentanti di tre dei sette gruppi che compongono il cartello della “Coalizione nazionale, dell’opposizione”.

Riconoscendo esplicitamente che gli Stati Uniti guidano e finanziano l’opposizione in Nicaragua e che gli oppositori dipendono direttamente dalle linee guida di Washington, gli interlocutori di Kozac si preparano ad eseguire con diligenza gli ordini ricevuti, prevede Grigsby.

I milioni di USAID

Recentemente, è stato rivelato a Managua che USAID ha consegnato quasi 3,7 milioni di dollari a una ONG che promuove la destabilizzazione in Nicaragua. Radio La Primerísima ha parlato nel suo sito web del finanziamento erogato a favore della Fondazione nicaraguense per lo sviluppo economico e sociale (Funides).

Funides

Il Funides svolge un ruolo di primo piano nell’azione di destabilizzazione del governo guidato dal Fronte sandinista, mediante diversi programmi e gruppi che li mettono in pratica.

Questa ONG è strettamente legata alla Central Intelligence Agency (CIA), di cui USAID è braccio esecutivo in Nicaragua, è ha tra i suoi obiettivi quello di garantire la “sicurezza nazionale” degli USA, “minacciata ogni volta che un Paese decide di liberarsi delle sue catene”, ha commentato la stazione radio di Managua.

Sebbene i milioni di dollari dati da USAID a Funides vengano presentati come finanziamenti per diversi programmi di sviluppo, la verità è che l’unico loro obiettivo è cospirare contro il governo nicaraguense, afferma La Primerísima.

Open Society Foundations to pull out of Hungary - EU-OCS - European  Observatory of Crimes and Security

La radio menziona anche, come fonti di queste ingenti somme consegnate a gruppi coinvolti nel tentativo di colpo di stato di due anni fa in Nicaragua, altre organizzazioni americane come la National Foundation for Democracy (NED), l’International Republican Institute (IRI) , il National Democratic Institute (NDI) e le Open Society Foundations (di Gerorges Soros, ndr).

Pubblicato in Attualità, Internazionale

IL GENOCIDIO PIÙ LUNGO DELLA STORIA

Fidel Castro: Cos'è Rivoluzione

Santiago Alvarez - Solidaridad Cuba Vietnam (1965)

Cuba - Solidarietà, Salute, Internazionalismo

ARCHIVI

Fidel Castro: Cosa sono gli Stati Uniti (video)