PT conferma Lula come candidato alla presidenza del Brasile.

“Condannato senza reato, senza prove e da un giudice che non aveva autorità”

ALBA LATINA

09/05/2018

PT conferma Lula come candidato alla presidenza del Brasile. Condannato senza reato, senza prove e da un giudice che non aveva autorità
La presidentessa del Partito dei lavoratori brasiliano ha confermato questo mercoledì che sarà Lula il candidato per le presidenziali e ha descritto come una farsa il processo che ha condannato a 12 anni e un mese di carcere all’ex presidente brasiliano. Lo riporta oggi Telesur.
Il Partito dei lavoratori (PT) del Brasile ha informato attraverso la sua presidentessa e senatrice Gleisi Hoffman che continuerà a sostenere la candidatura per la presidenza dell’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva fino alla fine. La dichiarazione del PT arriva dopo che l’ex presidente Lula ha lasciato trapelare la notizia nelle ore scorse attraverso un emissario che resterà candidato alla presidenza del Brasile fino a quando il giudice Sergio Moro non dimostrerà il possesso dell’appartamento.

Gleisi Hoffmann ha ribadito che il fondatore e leader storico del PT è innocente e che tutti “conoscono i vizi, i fallimenti e l’arbitrarietà del processo che lo ha condannato a 12 anni e un mese di prigione”.

La presidentessa del PT e senatrice ha poi ribadito come “l’esito del processo con i voti chiaramente combinati dei tre magistrati costituisce una finzione giudiziaria e conferma l’impegno politico-partigiano dei settori del sistema giudiziario con l’obiettivo di rimuovere Lula dal processo elettorale”.

Qualunque cosa accada, ha osservato, non vi è alcun margine legale per il rifiuto precoce della registrazione della candidatura. Lula “è stato condannato senza reato, senza prove e da un giudice che non aveva alcuna competenza legale”, ha detto l’esperto costituzionale Luiz Fernando Pereira a Telesur.  Pereira ha espresso la sua fiducia che prima o poi le autorità superiori dovrebbero riconoscere l’ingiustizia e l’illegittimità di quella frase.

Pubblicato in Attualità, Internazionale

IL GENOCIDIO PIÙ LUNGO DELLA STORIA

Fidel Castro: Cos'è Rivoluzione

Santiago Alvarez - Solidaridad Cuba Vietnam (1965)

Eventi

„Die Revolution endet nicht mit ihren Guerilleros“ (M. Diaz-Canel)

29.05.2018
in Quartierzentrum Breitsch-Träff, Bern

Les défis de la Révolution cubaine dans le contexte actuel

31.05.2018
in Maison des Associations, Yverdon-les-Bains

"26 de Julio" in BERN

21.07.2018
in OVG, Muri b. Bern

"26 de Julio" in BERLIN

28.07.2018
in Stadtpark Lichtenberg (Parkaue), Berlin

Sfilata 1° Maggio 2016. La Habana

Archivi

Fidel Castro: Cosa sono gli Stati Uniti (video)