Serbia e Cuba, due popoli amici

Le relazioni tra Serbia e Cuba sono descritte da entrambe le parti come eccellenti. Sono sviluppate al più alto livello politico e si basano sul rispetto reciproco e sui legami storici di amicizia che uniscono i due popoli.

di    e  
Fonte: Granma
21 giugno 2023
Traduzione e aggiunte: GFJ
Copyleft © Tutto il materiale, compresa la traduzione, è liberamente riproducibile ed è richiesto soltanto la menzione delle fonti e dei link originali.

Belgrado, Serbia – Il maresciallo Josip Broz Tito e il comandante in capo Fidel Castro Ruz sono considerati due dei più grandi statisti del XX secolo. Ognuno, a suo modo, ha segnato un’epoca nella politica internazionale.

Fin dagli storici vertici di BandungBelgrado e Lusaka, il movimento non allineato ha giocato un ruolo fondamentale nella lotta anti-colonialista in Asia e Africa e per la definizione di nuove politiche economiche mondiali. Nella foto: Jawaharlal Nehru, Kwame Nkrumah, Gamal Abdel Nasser, Sukarno, Tito. Foto: Conferenza di Bandung, 1955

Fondatori del Movimento dei Non Allineati (NAM), Fidel e Tito si sono incontrati in diverse occasioni. La prima fu negli Stati Uniti il 22 settembre 1959, durante il leggendario soggiorno del giovane guerrigliero a New York per parlare all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Lì, Tito si recò da Fidel e parlò con lui per alcuni minuti, tra l’attesa generale, secondo i resoconti dell’evento. Nel marzo 1976, il Comandante in capo arrivò a Belgrado e parlò nuovamente con il Maresciallo jugoslavo, con il quale ebbe una lunga conversazione nella residenza di quest’ultimo nel Parco Nazionale di Brioni. Tito si recò all’Avana nell’agosto 1979 per il 6° Vertice dell’ANM.

Il 14 settembre 1986, durante una visita di Stato, in occasione della quale fu decorato con l’Ordine della Grande Stella di Jugoslavia – la più alta onorificenza dell’ex Federazione – e con la Targa d’Oro della Città di Belgrado, il leader storico della Rivoluzione Cubana, in un’intervista alla televisione cubana, commentò:

Abbiamo condotto una visita ricca di esperienze, ricca di discussioni. Abbiamo visitato monumenti importanti, abbiamo anche deposto una corona di fiori, e poi ho vissuto un momento molto commovente quando ho visitato il memoriale di Tito e ho visto la sua tomba, così semplice, dove ha voluto fermarmi a lungo. Ho visitato la casa; il momento culminante di quella visita è stato quando mi hanno portato in biblioteca e lì, dove c’è l’archivio di tutte le fotografie delle ampie relazioni internazionali di Tito, ci siamo imbattuti nelle foto del nostro incontro a Brioni e nelle foto della visita di Tito a Cuba, dopo il VI Vertice dei Non Allineati. […] Dissi che lo ricordavamo come una personalità che per noi non è morta, che vive, che è ancora viva. E quando abbiamo trovato le foto, ci è sembrato che Tito non fosse morto, che fosse lì, presente. Era il 1979 e godeva di ottima salute. In quel momento stava fumando un sigaro cubano“.

Jugoslavia, 24.03.1999. Bombardamenti NATO

Nel 1999, durante le sue denunce pubbliche e private e i suoi sforzi per contribuire a porre fine all’aggressione ingiustificata degli Stati Uniti e della NATO contro la Jugoslavia, “il cui popolo“, scriverà in seguito nella sua riflessione Le guerre illegali dell’Impero del 1° ottobre 2007, “è stato quello che ha combattuto più eroicamente in Europa contro le orde naziste nella seconda guerra mondiale“.

Nella sua riflessione Il silenzio complice, del 10 ottobre 2007, affermerà: “Il mondo non può permettersi che il dramma della guerra della NATO contro la Jugoslavia venga dimenticato a causa del silenzio di coloro che sono stati attori principali e complici di quel brutale genocidio“.

RELAZIONE STORICA


Che Guevara, inviato all'estero dal leader cubano Fidel Castro, conclude un tour mondiale. L'ex comandante in capo della rivoluzione cubana . Guevara si recò in Jugoslavia, Egitto, Pakistan, India  per promuovere il "neutralismo positivo" “neutralismo positivo”  a sostegno del mondo post-coloniale, che dalla fine del 1961 sarebbe stato conosciuto come "Non Allineato". Foto: L'agenzia di stampa Associated Press ha coperto l'incontro tra il presidente Tito e la delegazione di buona volontà cubana, guidata da Ernesto Che Guevara. I due si incontrarono sull'isola adriatica di Brioni nell'estate del 1959.

Il Comandante Ernesto Che Guevara arrivò in Jugoslavia proprio nell’anno del trionfo della Rivoluzione. Fu il primo Paese socialista che il Che visitò. Vi giunse l’11 agosto e vi soggiornò ufficialmente per sei giorni. Visitò le repubbliche jugoslave di Serbia, Croazia, Slovenia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro e Macedonia.

Nel settembre 1989, il generale dell’esercito Raúl Castro Ruz, allora secondo segretario del Comitato centrale del Partito comunista e vicepresidente del Consiglio di Stato e dei ministri, arrivò in quella nazione sorella a capo della delegazione cubana al 9° Vertice dei Paesi non allineati.

Il presidente cubano Raul Castro incontra ufficialmente il 20 maggio 2015 il presidente serbo Tomislav Nikolic, in visita ufficiale a Cuba.

È toccato al leader della Rivoluzione riaprire gli scambi di alto livello tra le due nazioni nel 2015, quando ha ricevuto come capo di Stato il presidente serbo Tomislav Nikolić, arrivato il 18 maggio per una visita ufficiale. I due statisti si erano incontrati all’inizio del mese a Mosca, in occasione delle celebrazioni per il 70° anniversario della vittoria sul fascismo, e nel gennaio 2013 in occasione del Primo vertice Celac-Unione Europea in Cile.

La presenza a Cuba di Tomislav Nikolić, che è stato presidente del gruppo parlamentare serbo per l’Amicizia con Cuba fino alla sua elezione nel 2012, è stata la prima visita sull’isola di un presidente della Repubblica di Serbia dalla dissoluzione dell’ex Jugoslavia.

Le nostre relazioni sono eccellenti. La Serbia apprezza molto l’indipendenza di Cuba e vi ringrazia per aver salvaguardato la sovranità e l’integrità territoriale della Serbia“, ha dichiarato al suo arrivo all’Avana, dove il Generale dell’Esercito lo ha decorato con l’Ordine di José Martí.

Lo storico leader della Rivoluzione cubana, Fidel Castro Ruz, riceve il Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolić, a conclusione di una visita ufficiale a Cuba. Foto: Estudios Revolución, 21 maggio 2015

Nikolić ha avuto un incontro con il leader storico della Rivoluzione cubana, al quale ha consegnato l’Ordine della Repubblica di Serbia, conferito dal suo governo. “Ho realizzato il mio sogno di vedere il Comandante Fidel“, ha dichiarato.

Il Presidente serbo Aleksandar Vučić e Esteban Lazo Hernández, 15 dicembre 2017

Giovedì 14 dicembre 2017, il nuovo e attuale Presidente del Paese, Aleksandar Vučić, è arrivato all’Avana in risposta all’invito del suo omologo cubano. Il suo programma ufficiale prevedeva colloqui con il Generale dell’Esercito Raúl Castro Ruz, Presidente dei Consigli di Stato e dei Ministri; un incontro con il capo dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare, Esteban Lazo Hernández, e una visita alla mostra fotografica Fidel e la politica estera della Rivoluzione cubana.

L’AVANA E BELGRADO SEMPRE DI PIÙ

Belgrado, 30 maggio 2021 (Prensa Latina). Una miriade di organizzazioni serbe ha reso omaggio alle vittime dell'aggressione Nato contro la Jugoslavia (marzo-giugno 1999) e ha chiesto la fine del blocco statunitense contro Cuba.

Le relazioni tra Serbia e Cuba sono descritte da entrambe le parti come eccellenti. Sono sviluppate al più alto livello politico e si basano sul rispetto reciproco e sui legami storici di amicizia che uniscono i due popoli. Il dialogo politico è considerato di grande valore, amichevole e volto a rafforzare le relazioni bilaterali. Cuba ha sempre ribadito alla parte serba la sua gratitudine per lo storico sostegno alla risoluzione delle Nazioni Unite contro il blocco economico, commerciale e finanziario imposto dal governo statunitense.

Il presidente dell’Assemblea Nazionale del Potere Popolare, Esteban Lazo Hernández, si è recato in visita ufficiale nel Paese slavo nel giugno 2016, dove ha commentato: “Serbia e Cuba hanno molte cose in cui si somigliano, soprattutto perché sono popoli molto accoglienti e ospitali“. Il suo viaggio rispondeva a un invito del Capo di Stato serbo, Tomislav Nikolić, e a un altro della presidente del Congresso, Maja Gojković, che ha descritto la visita di Lazo come storica, la prima di un presidente del legislativo delle Antille. In quell’occasione ha incontrato l’allora primo ministro Aleksandar Vučić.

Belgrado, 21 giugno (Prensa Latina) Il Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, è stato ricevuto oggi con gli onori di Stato nella capitale dal Presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, all'inizio della sua prima visita ufficiale nel Paese balcanico.

L’Avana e Belgrado mantengono un forte interesse a sviluppare le relazioni economiche, commerciali, di cooperazione e di investimento e a portarle al livello dei legami politici esistenti.

La visita che il Presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, ha iniziato lo scorso 20 giugno nella Repubblica di Serbia è un altro esempio di quanto Cuba apprezzi il dialogo politico di alto livello che è stato mantenuto tra le due nazioni con l’obiettivo di rafforzare i legami bilaterali.

SERBIA IN BREVE

  • Nome ufficiale: Repubblica di Serbia
  • Ubicazione geografica e confini: Situata nell’Europa centrale e sud-orientale, confina con Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Ungheria, Macedonia, Montenegro e Romania.
  • Estensione territoriale: 88.499 km² (include il Kosovo)
  • Popolazione: 6.647.003 abitanti. (Fonte: censimento 2022. Ufficio statistico della Repubblica di Serbia, 28/04/23. Non include il Kosovo. Dal 1999, il governo serbo non dispone di statistiche interne per il Kosovo).
  • Capitale: Belgrado
  • Instaurazione di relazioni diplomatiche con Cuba: 4 novembre 1902
Pubblicato in Attualità, Blocco, Cuba, Cultura, Internazionale

ARCHIVI


Warning: Undefined array key "sfsi_facebook_display" in /home/cubasich/www/nuevo/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsiocns_OnPosts.php on line 297

Warning: Undefined array key "sfsi_youtube_display" in /home/cubasich/www/nuevo/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsiocns_OnPosts.php on line 323

Warning: Undefined array key "sfsi_linkedin_display" in /home/cubasich/www/nuevo/wp-content/plugins/ultimate-social-media-icons/libs/controllers/sfsiocns_OnPosts.php on line 346